• MZ-shittysheep1
  • MZ-shittysheep2
  • MZ-shittysheep3
  • MZ-shittysheep4
  • MZ-shittysheep5
  • MZ-shittysheep6
  • MZ-shittysheep7
  • MZ-shittysheep8

Art direction | Graphic Design | Illustration | Public relations

Shitty Sheep
A virtual underground art magazine

E’ il 2006 quando esce un prodotto molto originale, un’autoproduzione realizzata e confezionata a regola d’arte da due pressochè sconosciuti, poco più che vent’enni, che di li a poco faranno molto parlare in tutta Italia: Fure Boccamara e Nube.
I due si incontrano per gli interessi comuni (urban culture-writing-design-arte-musica) e decidono di creare un “contenitore” che racchiuda in se, tutte le passioni e correnti culturali da cui sono affascinati e influenzati e che vivono da diversi anni. Essi sono fermamente convinti che in Italia manchi un “contatto” maggiore fra diversi gruppi/correnti artistiche e creative, e che l’arte sia un mezzo di espressione capace di trasformare la spazzatura più grigia, in colore buono a migliorare il mondo. Dopo un duro lavoro di concept, progettazione grafica, programmazione, pubbliche relazioni e promozione (il tutto a 4 mani!!), i due danno luce ad un cd-rom autoprodotto, fresco, innovativo, professionale e coraggioso, contenente più di 60 artisti conosciuti e non: esponenti italiani, (alcuni anche esteri), di diverse discipline come grafica, illustrazione, fotografia, video, musica di vario genere, aerosol art e writing ecc… Video, immagini e musica tutti insieme in uno stesso prodotto, creato dalla volontà di “esistere” di due giovani, con sogni e talento e bisogni troppo forti per poter essere contenuti o repressi e una mentalità aperta e forse troppo “avanti” per un sistema “vecchio e arrugginito”.
Shitty Sheep, letteralmente “pecora merdosa”, perchè rispecchia il degrado e la falsità illusionista del mondo odierno. Da lontano potrebbe sembrare una dolce pecorella rosa smarrita, ma basta concentrarsi di più per vederci nascosta una creatura infida e diabolica, corrotta e marcia nell’anima. Shitty Sheep è l’immagine di un pupazzo antistress da picchiare, distruggere, masticare, ridurre in poltiglia, ideale per sfogarsi giornalmente. Rappresenta il pensiero positivo di chi non vuole sovvertire le regole in maniera distruttiva, ma fa della creatività un punto forte dal quale partire per costruire un futuro migliore, più elastico e più colorato, per ricavare energia per superare ogni difficoltà ed ingiustizia nella quotidianità.
Shitty Sheep è la prima rivista italiana di arte underground in cd-rom.
Con un’uscita/test autoprodotta, ha ricevuto apprezzamenti da moltissimi artisti e giornalisti, fruitori e aficionados di ogni genere, sollevando anche l’interesse di noti e-zine e magazine nazionali come Groove, Basement, Mood Magazine, Glamour, Vanity Fair, Computer Arts, Pig, ecc… In molti dei quali sono stati pubblicati articoli e recensioni.
(Alcuni dei nomi contenuti in Shitty Sheep: Wany, Shocca, Mistaman, Frank Siciliano, Esa, Inoki, Medda, Shezan Il Ragio, Bean One, Rischio, Webster, Giuann Shadai, Amari, Scuola Furano, Daniele Cascone, ecc…)

Matteo Zanatta © 2012

    Follow me on Behance. Thank you!

    Leave a Reply